Borderlands 3

Segui

Borderlands 3: le caratteristiche dei personaggi giocabili

Borderlands 3

Quasi ogni giorno per una settimana, non abbiamo smesso di parlare di Borderlands 3. Cosa abbastanza normale visto l’annuncio del 28 marzo scorso in diretta dal palco del Pax East 2019.

Due giorni fa abbiamo visto nel nuovo trailer rilasciato da Gearbox i 4 personaggi che potranno essere utilizzati dal giocatore. Questi sono: Moze, Amara, FL4K e Zane, tutti estremamente diversificati, come da tradizione.

Infatti, come riporta Gamespot, Borderlands 3 mette a disposizione del giocatore questi personaggi caratterizzati da set di abilità ed armamentari unici, di seguito potete trovare informazioni sulle new entry di questo terzo capitolo:

  • Moze the Gunner – l’abilità principale di Moza è senza dubbio il suo mech personale (Iron Bear), interessante notare come i compagni di squadra possano utilizzare la devastante torretta montata sulla sua testa.
  • Amara the Siren – come in tutti i Borderlands degni di tale nome, anche questo capitolo ospita una Sirena, donne ricoperte di tatuaggi e dotate di straordinari poteri. Diversamente le sue colleghe Lillith e Maya, Amara predilige armi da mischia.
  • FL4K the Beastmaster – FL4K è una sorta di cacciatore di Borderlands 3, infatti potrà contare su vari compagni animali dotati di abilità uniche, al momento sembra sia in grado di controllare uno Skag, uno Spiderant ed una terza creatura armata di pistola.
  • Zane the Operative – Zane è dotato di una pratica esca che attirerà l’attenzione del nemico, oltre a vari strumenti tecnologici come dei droni di supporto.

Vi ricordiamo che il terzo titolo della serie arriverà il prossimo 13 settembre su PlayStation 4, Xbox e PC.

Appassionata di giochi di ruolo giapponesi, genere che ha scoperto grazie alla saga Final Fantasy e approfondito con i capolavori usciti negli ultimi anni, s’interessa al retrogaming, rigiocando vecchie glorie come Monkey Island, Prince of Persia o vecchi capolavori marchiati Nintendo. Antonella comincia il suo percorso giornalistico in Italia, lavorando con Gamerepublic, PS Mania e Pokémon Mania. Si trasferisce in Francia per studiare la programmazione web : grazie a questo percorso anomalo ecco che nasce Gamespeed.
Quanto è interessante?1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
(Ancora nessuna valutazione)
Loading...

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi attributi e tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Password dimenticata

Vai alla barra degli strumenti