[E3 2019] Epic Games riceverà uno speciale premio BAFTA

Epic Games

Il boss di Epic Games, Tim Sweeney, salirà sul palco dell’E3 2019 tra circa un mese per ritirare uno speciale premio BAFTA (British Academy of Film and Television Arts).

Come riporta Eurogamer.net,  di solito il BAFTA non premia esponenti del mondo dei videogiochi. Questa però volta si è deciso di fare un’eccezione, visto il grande contributo che la società ha dato al mondo degli sviluppatori. In un post pubblicato sul sito del BAFTA, Epic Games viene infatti così lodata:

L’Unreal Engine di Epic, creato 20 anni fa, ha sostenuto alcuni dei videogiochi più acclamati, inclusi Hellblade: Senua’s Sacrifice, What Remains of Edith Finch, Rocket League, Mass Effect, BioShock e la serie Arkham, tutti vincitori di premi BAFTA.

Il presidente della commissione BAFTA, Dr. Jo Twist ha poi affermato:

Avendo potenziato la creatività e l’immaginazione di team di sviluppo di varie grandezze per tutti questi anni (alcuni dei quali vincitori del BAFTA), è giusto celebrare il loro (si riferisce ad Epic ovviamente) enorme contributo. Epic è stata in prima linea per quanto riguarda lo sviluppo dell’industria videoludica mondiale, è l’impatto di tale innovazione è stato innegabile.

Per chi non lo sapesse, l’Unreal Engine è un motore grafico (sviluppato ovviamente da Epic Games) che adatta le potenzialità degli hardware disponibili portandoli ad altre piattaforme. Oggi,  l’Unreal Engine 4 è disponibile gratuitamente. Volendo si può comunque pagare una royalty del 5% sul reddito lordo, dopo i primi 3000$ per prodotto, per trimestre se il prodotto non verrà pubblicato sullo store proprietario Epic.

Tim Sweeney ritirerà l’ambito premio il 12 giugno 2019.

Appassionata di giochi di ruolo giapponesi, genere che ha scoperto grazie alla saga Final Fantasy e approfondito con i capolavori usciti negli ultimi anni, s’interessa al retrogaming, rigiocando vecchie glorie come Monkey Island, Prince of Persia o vecchi capolavori marchiati Nintendo. Antonella comincia il suo percorso giornalistico in Italia, lavorando con Gamerepublic, PS Mania e Pokémon Mania. Si trasferisce in Francia per studiare la programmazione web : grazie a questo percorso anomalo ecco che nasce Gamespeed.
Quanto è interessante?1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (1 voto/i, media: 5,00 su 5)
Loading...

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi attributi e tag HTML: <a target="" href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong> <img src="" height="" width="" alt="" title=""> <table border="" style=""> <iframe frameborder="" allowfullscreen="" src="" width="" height=""> <div class=""> <tbody style=""> <tr style=""> <td style=""> <sub> <sup> <pre lang="" line=""> <ul style=""> <ol style=""> <li style=""> <span class="" style=""> <noindex>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Password dimenticata

Vai alla barra degli strumenti