Final Fantasy VII : Remake

Segui Acquista ora
9.3

Media utenti

Anteprima: Final Fantasy VII Remake Il ritorno di Cloud Strife

THE STORY SO FAR….

Sono passati 22 anni dal suo esordio, ma Final Fantasy VII resta nonostante l’inesorabile scorrere del tempo, uno dei capitoli più amati di tutto il franchise. Dopo il disastro avvenuto con la Fabula Nova Crystallis, il recupero in extremis di un prodotto super ambizioso di un progetto come Final Fantasy XV, che nonostante le ottime vendite ha rischiato veramente, di essere l’ultima fantasia finale di Square Enix, proprio come avvenne all’esordio della saga, il colosso nipponico si trova ora nella difficile posizione di dover riconquistare i suoi fan con Final Fantasy VII Remake.


Con questa consapevolezza ben salda in testa nel corso della conferenza E3 tenutasi stanotte, Kitase e Nomura (rispettivamente il producer e il director del progetto) hanno mostrato quanto più era possibile fare su quello che probabilmente è uno dei Remake più attesi di tutti i tempi. Ebbene si, il progetto non sarà un banale remaster con semplici aggiornamenti grafici, ma un gioco rifatto e ripensato completamente da zero. Prima di addentrarci però nella disamina delle nuove informazioni mostrate durante la conferenza, chiariamo prima una cosa importante: il gioco uscirà diviso in episodi, ciò significa che quello che uscirà il 3 marzo 2020 non sarà il gioco completo, ma sarà solo una parte (più precisamente quella ambientata a Midgar) divisa fra l’altro in due Blu-ray che troverete nella confezione; nessuna informazione invece è stata rivelata sugli “episodi” che usciranno successivamente. Altra cosa importante da specificare prima della disamina, è che si tratterà comunque di un esperienza di gioco molto lunga che non durerà semplicemente due ore, come fosse un episodio di Life Is Strange per capirci.

Tecnicamente parlando il lavoro svolto dal team di sviluppo è notevole, vedere Cloud e compagni muoversi sullo schermo, con questo livello di dettaglio è una festa per gli occhi. Il motore grafico su cui è stato costruito l’intero gioco riesce a portare su schermo una quantità di poligoni ed effetti di luce e ombre davvero impressionanti. La direzione artistica dipinge una Midgar dal look decisamente cyberpunk e distopica, mentre il design dei personaggi  esplode, in tutta la sua bellezza grazie al nuovo engine.

A livello di gameplay si nota la decisa sterzata verso la componente action, anche se sarà comunque presenta la storica leggendaria barra del sistema “ATB” qui utilizzata come una sorta di “Pausa tattica” da utilizzare a proprio piacimento durante i combattimenti, una volta riempitasi quella barra, il tempo rallenterà per una manciata di secondi, lasciandovi tutto il tempo di scegliere con molta cura le azioni da compiere.Tornerà anche in questo caso, la possibilità di utilizzare “le materie” in combattimento anche se di questa meccanica non son state rivelate informazioni dettagliate.

In conclusione, il remake di Final Fantasy VII sembra essere sulla strada giusta per accontentare anche i fan più accaniti di quello che è in assoluto il capitolo più amato dell’intero franchise.  Sicuramente i detrattori di questa estrema occidentalizzazione, inseguita dal colosso nipponico rimarranno probabilmente tali, ma il tempo si sa, passa per noi come per il nostro amato media.

Leon Genisio

 

1 Commento

  1. Non vedo l’ora di provarlo !!!!! 🙂

    Rispondi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi attributi e tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Password dimenticata

Vai alla barra degli strumenti