Final Fantasy X | X-2 HD Remaster, la recensione

Segui Acquista ora
8.8

Grande

Ascoltate la mia storia… e questa volta su Nintendo Switch. Dopo le conversioni del nono episodio e poi del settimo, ecco che arriva il turno decimo capitolo ritagliarsi un posto nella libreria della console ibrida Nintendo con la stessa compilation uscita quasi sei anni fa su PlayStation 3 e PlayStation Vita, poi approdata anche su PlayStation 4 e PC. Final Fantasy X incarna uno dei capitoli più importanti ed intensi di tutto il franchise di Square Enix, che nel corso degli anni ci ha dato la possibilità di rivivere l’avventura di Tidus, Yuna, Auron , apparsi in un’edizione remaster concepita per PlayStation 4. Oggi possiamo dire che la seconda giovinezza del gioco chiuda un cerchio ideale, dal momento che FF X è disponibile anche per Xbox One e Nintendo Switch: un’occasione quanto mai ghiotta per volare nuovamente tra i cieli di Spira, attraversare le sue piane, scovare i suoi anfratti e navigare sui suoi fiumi.

 

“Questa è la mia storia”

Il viaggio di Tidus ha qualcosa che ancora oggi resta memorabile. Saranno i toni e le premesse un po’ fanciullesche dell’avventura, che ben presto si tramutano in un affresco profondamente distopico e cupo, o ancora il cambio repentino che Square Enix scelse di perseguire in ambito artistico. Nel giro di neanche dieci anni, infatti, la saga ci aveva portato nel grigiore di un setting futuristico come quello del settimo e dell’ottavo capitolo, per poi calarci nel medioevo fiabesco e luminoso proposto nella nona fantasia finale, fino ad arrivare all’epopea che coinvolge gli spavaldi e tormentati guardiani di Yuna: l’impronta artistica e scenica rimase, in Final Fantasy X, una sorta di età a cavallo tra il medievale e la modernità, ma le architetture di una matrice che oseremmo definire gotica lasciavano il posto a un immaginario ispirato all’antichità orientaleggiante.

Il focus della narrazione, in effetti, esaltava come non mai le pratiche mistiche e spiritiche, le danze esotiche, le credenze popolari e la semplicità rurale. Le ambientazioni, gli edifici e molti altri elementi dello scenario (come gli animali, i mezzi di trasporto o l’assetto socio-politico imbastito nel worldbuilding diretto da Yoshinori Kitase) esercitavano un richiamo fortemente asiatico. E persino i protagonisti – a partire dai loro lineamenti, passando per il design e il vestiario fino ai loro stessi comportamenti – tradivano un’ispirazione mediorientale profondamente atipica rispetto a ciò a cui ci aveva abituato il brand.

Final Fantasy XInsomma, il decimo capitolo della serie gridava originalità da ogni poro sin dall’enunciazione del suo concept: Final Fantasy X ha portato sui nostri scaffali un impatto visivo e culturale che fu capace di rivoluzionarsi senza tradire i propri canoni imprescindibili. Tutto questo si univa a una scrittura profonda, che nell’esaltazione costante dei sentimenti, della malinconia e dell’amore ha creato alcuni dei momenti più intensi e delicati della storia videoludica. Se nella figura di Tidus si riflette il classico eroe infantile ed ingenuo, vittima degli eventi, la sicurezza e il carisma di Auron hanno contribuito a plasmare una delle iconografie più memorabili e simboliche dell’intero brand J-RPG.

Senza dimenticare la caratterizzazione di personaggi come Kimahri, un simbolo di fedeltà e di lotta contro l’emarginazione, o l’esaltazione sacrale della dolcezza di Yuna. Se dovessimo riassumere Final Fantasy X in una fotografia, immortalando la sua poetica in un monumento rappresentativo, diremmo che tutta l’intensità di un racconto senza tempo si esplica in un bacio scambiato al chiaro di luna, in una danza tra cielo ed acqua in cui le stelle diventano lacrime che si riversano in un lago straripante.

 

Sempre bello da vedere

Final Fantasy X/X-2 HD Remaster appare graficamente in grandissima forma: tutto merito di una fluidità che ha sempre funzionato e dei modelli ancora attualissimi: certo, si nota qualche poligono in meno rispetto alla norma, ma il lavoro di restauro delle texture, in coppia con l’alta risoluzione, appare davvero splendido, specialmente in modalità handheld. Purtroppo, per quanto riguarda la versione PC, manca il doppio audio. Per Switch e compagnia invece mancano delle opzioni extra con cui velocizzare l’azione e ottenere svariate agevolazioni, ma per lo meno sfiorare lo schermo tra una battaglia e l’altra richiama le opzioni di guarigione già viste su Vita, con cui rimpinguare i punti ferita tramite pozioni e incantesimi in un lampo, senza passare nei menu e rendendo l’esplorazione assai più fluida.

Final Fantasy X

FINAL FANTASY X/X-2 HD Remaster

Assieme ai due giochi così come li avete conosciuti all’epoca, vi troverete tra le mani una manciata di extra: Final Fantasy X-2 Last Mission è un originale roguelike all’interno di una mutevole torre che funge da epilogo per le vicende delle tre donzelle, mentre Final Fantasy X Eternal Calm si presente come una sorta di mini film d’animazione che narra gli eventi intercorsi tra i due titoli che compongono la raccolta: si tratta di contenuti ovviamente ricchi di spoiler, da consultare solo dopo aver completato i due giochi principali. Per finire, vi segnaliamo la presenza di una colonna sonora completamente riarrangiata, piacevole ma che non riesce a rubare lo scettro alla evocativa serie di tracce superbamente scritte dal maestro Nobuo Uematsu, qui in uno dei suoi momenti più alti e iconici; fortunatamente le due composizioni possono essere alternate a piacere.

 

La versione  Switch

Il passaggio alla console ibrida Nintendo è stato assolutamente indolore, al netto di un peso non indifferente ma comprensibile del download (ben 27 GB) in versione digital, sebbene sia necessario scaricare soltanto Final Fantasy X-2 se si acquista la compilation su cartuccia. I contenuti sono pressoché identici a quelli giocati, per esempio, su PlayStation 4, e in più è possibile usufruire di un paio di scorciatoie touch, già presenti nella versione PlayStation Vita, quando si gioca in modalità portatile per curare al volo i personaggi fuori dai combattimenti. Anche il gioco è una fotocopia cristallina dell’edizione pubblicata ormai qualche anno fa: è chiaro che si tratta di un titolo risalente ai primi anni 2000, ma porta benissimo i suoi anni grazie anche ai ritocchi apportati in fase di rimasterizzazione. Non stiamo parlando di un titolo che ha soltanto cambiato risoluzione, ma di una vera e propria opera di ricostruzione che ha interessato le texture e certi modelli poligonali che ora appaiono più morbidi e dettagliati. Anche l’ottima colonna sonora è stata riarrangiata dall’ottimo Masashi Hamauzu, tuttavia è possibile selezionare in qualsiasi momento le tracce originali.

Final Fantasy X-2

Manca il doppio audio, assieme alle opzioni extra viste su PC con cui velocizzare l’azione e ottenere svariate agevolazioni

I possessori di Switch che ultimamente hanno messo le mani sulle conversioni di Final Fantasy VII e Final Fantasy IX, insomma, possono stare tranquilli, perché Final Fantasy X | X-2 HD Remaster schiva completamente l’effetto “pugno in un occhio” dei fondali prerenderizzati giocoforza sgranati: il gioco restituisce anzi un’immagine nitida e pulita, inchiodata a 30 fotogrammi al secondo senza rallentamenti degni di nota, che non perde un colpo neppure in modalità portatile. Quest’ultima è pressoché indistinguibile dalla modalità TV e rende ottimamente sullo schermo dello Switch, garantendo il modo migliore per godersi il gioco in portabilità, grazie anche al discreto consumo della batteria: inutile dire che gli amanti del grinding che intendono sviscerare i due titoli fino in fondo potranno approfittare della modalità handheld, consapevoli di star giocando a una delle migliori conversioni che ci sia capitato di vedere sulla console Nintendo.

 

Conclusione

I due Final Fantasy con la X sono tornati su Switch. Sono esattamente la stessa edizione su PlayStation 4 ma guadagnano il fattore portabilità. Il tempo passato dalla sua uscita è stato clemente: i due titoli si rivelano senza fatica come dei giochi validi con spunti interessanti, sempre bellissimi da vedere e ancora di più facili da giocare. Su Yuna, Tidus e Final Fantasy X invece c’è poco da dire: rimane, con le sue peculiarità, uno dei giochi più belli dell’intera saga, capace di segnare un’era con una produzione colossale, una storia malinconica e un gameplay più tattico e ragionato. Rimane una meraviglia esattamente come lo fu diciotto anni fa.

Buono

  • Due JRPG longevi e ricchi di contenuti, più gli extra
  • Un'ottima rimasterizzazione, riproposta perfettamente su Switch anche in modalità portatile
  • Ottime trame
  • Musiche, ambientazioni, personaggi eccellenti
  • Il Blitzball è assolutamente geniale

Insufficiente

  • Il gameplay non è all'altezza e la Sferografia l
  • Persistono i difetti originali, a cominciare da una frequenza eccessiva di combattimenti casua
8.8

Grande

Appassionata di giochi di ruolo giapponesi, genere che ha scoperto grazie alla saga Final Fantasy e approfondito con i capolavori usciti negli ultimi anni, s’interessa al retrogaming, rigiocando vecchie glorie come Monkey Island, Prince of Persia o vecchi capolavori marchiati Nintendo. Antonella comincia il suo percorso giornalistico in Italia, lavorando con Gamerepublic, PS Mania e Pokémon Mania. Si trasferisce in Francia per studiare la programmazione web : grazie a questo percorso anomalo ecco che nasce Gamespeed.
Media valutazione utenti Scrivi una recensione 0 Recensione/i
0
0 voti
Tasso
Inoltra
La tua valutazione
0

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi attributi e tag HTML: <a target="" href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong> <img src="" height="" width="" alt="" title=""> <table border="" style=""> <iframe frameborder="" allowfullscreen="" src="" width="" height=""> <div class=""> <tbody style=""> <tr style=""> <td style=""> <sub> <sup> <pre lang="" line=""> <ul style=""> <ol style=""> <li style=""> <span class="" style=""> <noindex>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Password dimenticata

Vai alla barra degli strumenti