Google Stadia: un test per sapere se le linee saranno all’altezza della piattaforma

Stadia

Come detto poco fa, Google Stadia è la nuova piattaforma pensata per il gaming in streaming proposta da Google ed ovviamente avere una buona connessione è un requisito fondamentale per poter utilizzare Stadia che, secondo Google andrà a rivoluzionare il concetto di gaming.

Sul sito ufficiale di Stadia possiamo vedere che Google propone un semplice test con cui i potenziali giocatori potranno sapere se le loro linee saranno all’altezza della piattaforma. Durante uno speciale evento dedicato alla piattaforma, Phil Harrison ha inoltre rivelato nuovi dettagli riguardo i prezzi.

Stadia Pro costerà 9,99 euro al mese è consentirà risoluzioni 4K HDR, 60 FPS con audio surround 5.1. Sarà inoltre possibile acquistare i vari giochi singolarmente, mentre altri saranno compresi all’abbonamento necessario. Stadia Base non avrà bisogno di nessun abbonamento, tuttavia bisognerà accontentarsi di un qualità più bassa, ovvero 1080p, 60 FPS ed audio stereo.

Inoltre sono stati annunciati i primi giochi che saranno disponibili sulla piattaforma:

  • DOOM Eternal
  • Wolfenstein: Youngblood
  • Destiny 2
  • Power Rangers: Battle For The Grid
  • Dragon Ball Xenoverse 2
  • Baldur’s Gate 3
  • Metro Exodus
  • Thumper
  • GRID
  • SAMURAI SHODOWN
  • Football Manager 2020
  • Get Packed
  • The Elder Scrolls Online
  • The Crew 2
  • The Division 2
  • Assassin’s Creed Odyssey
  • Ghost Recon Breakpoint
  • Trials Rising
  • NBA 2K
  • Borderlands 3
  • Farming Simulator 19
  • Mortal Kombat 11
  • Rage 2
  • FINAL FANTASY XV
  • Gylt
  • Tomb Raider Trilogy
  • Darksiders Genesis
  • Just Dance 2020
Appassionata di giochi di ruolo giapponesi, genere che ha scoperto grazie alla saga Final Fantasy e approfondito con i capolavori usciti negli ultimi anni, s’interessa al retrogaming, rigiocando vecchie glorie come Monkey Island, Prince of Persia o vecchi capolavori marchiati Nintendo. Antonella comincia il suo percorso giornalistico in Italia, lavorando con Gamerepublic, PS Mania e Pokémon Mania. Si trasferisce in Francia per studiare la programmazione web : grazie a questo percorso anomalo ecco che nasce Gamespeed.
Quanto è interessante?1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (1 voto/i, media: 5,00 su 5)
Loading...

1 Commento

  1. Sembra poca roba

    Rispondi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi attributi e tag HTML: <a target="" href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong> <img src="" height="" width="" alt="" title=""> <table border="" style=""> <iframe frameborder="" allowfullscreen="" src="" width="" height=""> <div class=""> <tbody style=""> <tr style=""> <td style=""> <sub> <sup> <pre lang="" line=""> <ul style=""> <ol style=""> <li style=""> <span class="" style=""> <noindex>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Password dimenticata

Vai alla barra degli strumenti